Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

ECHA, attivo il nuovo portale antiveleni

Con comunicato ECHA/PR/19/08 del 24 aprile, l’ECHA ha ufficializzato il portale centralizzatoper la notifica della composizione delle miscele immesse in commercio, come richiesto attualmente dall’art. 45 del regolamento CLP ma già previsto dalle normative specifiche previgenti.

Da quest’obbligo sono esentate solo le miscele classificate come “gas sotto pressione” e “esplosive” (esplosivi instabili e divisioni da 1.1 a 1.6 del CLP).

Il portale consente all'industria di preparare e inviare i dossier di notifica contenenti le informazioni richieste sulle miscele pericolose ai centri antiveleni nazionali (PCN), con pieno rispetto della riservatezza commerciale. Le informazioni da presentare includono la composizione chimica completa, le informazioni tossicologiche, i dettagli del prodotto incluso l'uso previsto codificato secondo il sistema armonizzato EuPCS, oltre agli elementi dell’etichetta comprensivi dell’identificatore unico di formula (UFI) che deve essere previamente generato attraverso un apposito strumento informaticoed apposto in modo indelebile e ben leggibile sull’etichetta del prodotto.

Anche il formato per la notifica è stato aggiornato ai primi di aprile per preparare l’ingresso della preesistente procedura nel nuovo sistema centralizzato.

Secondo il prospetto diramato dall’ECHA, l’Italia ha pienamente aderito al nuovo sistema, e dopo l’abrogazione della precedente procedura nazionale accetterà notifiche delle miscele non più dal “vecchio” portale “Archivio Preparati Pericolosi” sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità, bensì esclusivamente dal portale centralizzato. La commercializzazione delle miscele sarà dunque possibile solo previa accettazione da parte dell’ISS del dossier lì inviato.

In ogni caso, la notifica secondo i nuovi criteri va fatta entro precise scadenze temporali:

— 1° gennaio 2020 per le miscele destinate ad utilizzo da parte dei consumatori;

— 1° gennaio 2021 per le miscele destinate ad utilizzatori professionali;

— 1° gennaio 2024 per le miscele destinate ad utilizzo in ambito industriale;

— preliminarmente all’immissione sul mercato.

Gli importatori e i formulatori che hanno o avranno già presentato prima dei suddetti termini le informazioni relative alle miscele pericolose secondo il formato previgente sono tenuti ad adeguarsi ai nuovi requisiti informativi entro il 1° gennaio 2025, salvo nel frattempo occorrano modifiche alla composizione già notificata. Apposite guide per la preparazione del dossier di notifica e fac-simile sono presenti in una sezione dedicata del portale.

ECHA – Comunicato 24 aprile 2019 ECHA/PR/19/08

Link al portale


« Torna all'elenco completo