Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Documentazione per l’iscrizione alla categoria 6 Albo gestori rifiuti

I documenti richiamati dalla circolare 9 maggio 2019, n. 5:

— delibera Albo Gestori Ambientali 13 luglio 2016 n. 3

— circolare Albo Gestori Ambientali 2 febbraio 2017, n. 149

introducono i chiarimenti ritenuti opportuni dal Comitato Nazionale dell’Albo a seguito di un “confronto con le rappresentanze diplomatiche della Confederazione Svizzera”.

La circolare n. 5/2019 richiama l’accordo sul trasporto merci e passeggeri su strada e ferrovia 21 giugno 1999, che stabilisce “una sostanziale equipollenza tra la licenza comunitaria e l’autorizzazione rilasciata” dalla Svizzera.

Il comitato nazionale ritiene dunque l’autorizzazione svizzera “titolo idoneo ai fini della dimostrazione del requisito D.M. n. 120/2014, art. 15, comma 4, lett. c (attestazione del possesso della licenza comunitaria o dell'autorizzazione nternazionale all'autotrasporto di merci ove previste).

Ritiene inoltre comprovato grazie alla presentazione della predetta autorizzazione anche il requisito di capacità finanziaria ex D.M. n. 120/2014, art. 11, comma 2 (“La capacità finanziaria è dimostrata da documenti che comprovino le potenzialità economiche e finanziarie dell'impresa o dell'ente, quali il volume di affari, la capacità contributiva ai fini dell'IVA, il patrimonio, i bilanci, o da idonei affidamenti bancari”).

Non trova inoltre applicazione, sempre secondo la circolare 9 maggio 2019, n. 5, la circolare 26 ottobre 2016 n. 987 relativamente alla “limitazione per le imprese svizzere di poter svolgere un unico servizio di diurata non superiore ai 90 giorni di lavoro effettivo per anno civile” in caso di trasporti transfrontalieri.

Chiude una precisazione sulla regolarità contributiva previdenziale e assistenziale.

Albo Gestori Ambientali – Circolare 9 maggio 2019, n. 5


« Torna all'elenco completo