Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Bando Regione Piemonte per rimuovere l’amianto dagli edifici pubblici

Il bando è riservato ai comuni piemontesi, ad eccezione di quelli ricadenti all'interno dell'area di interesse nazionale di Casale Monferrato, perimetrata con D.M.ATTM 10 gennaio 2000.

Saranno ammessi a finanziamento interventi di bonifica di edifici pubblici (di esclusiva proprietà delle amministrazioni comunali richiedenti) contenenti amianto, in particolare, bonifica con rimozione, trasporto e smaltimento dei materiali contenenti amianto in matrice friabile e/o compatta.

Saranno escluse le istanze aventi per oggetto la rimozione di manufatti contenenti amianto nell’ambito di interventi di demolizione di edifici e strutture.

 
Per dettagli e approfondimenti si rimanda alla rubrica “Finanziamenti” sulla Rivista Ambiente & Sviluppo n. 4/2019

 


Il contributo coprirà il 100% dell’importo netto dei costi di bonifica e dei costi per il ripristino, strettamente conseguenti alla rimozione dei manufatti contenenti amianto e degli oneri per la sicurezza. L’importo massimo assegnabile per singola istanza è di 250.000 euro.

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse entro il 15 maggio 2019 esclusivamente via PEC all'indirizzo territorio-ambiente@cert.regione.piemonte.it. Dettaglio della documentazione richiesta nel bando (v. Rivista Ambiente e Svilupo)

Riferimenti

— Legge Regionale 14 ottobre 2008, n. 30; - Deliberazione della Giunta Regionale 15 febbraio 2019, n. 35-8422, BUR 7 marzo 2019, n. 10: approvazione dei criteri per la concessione, in favore di Comuni, di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto nell'ambito del nuovo programma 2019-2020,

— Determinazione 28 febbraio 2019, n. 65, BUR 7 marzo 2019, n. 10: bando per l'attribuzione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica di edifici di proprietà pubblica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto.


« Torna all'elenco completo