Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

L’ecobonus non si applica ai beni non strumentali

È la Divisione contribuenti dell’Agenzia delle Entrate a rispondere (4 aprile 2019, n. 95) sull’applicabilità del dettato delle leggi n. 208/2015 art. 1, commi 91 e segg.(“Legge di stabilità 2016” che prevede il “super ammortamento”) e n. 296/2006 (che introdusse all’art. 1, commi 344–347, il cosiddetto “ecobonus”).

La società dichiara di aver installato nel 2017 un impianto di pannelli solari su uno dei beni aziendali di proprietà, destinati alla locazione immobiliare (oggetto dell’attività). Chiede quindi “se per tale intervento sia possibile cumulare” le agevolazioni “ecobonus” e “superammortamento”.

Risponde in modo negativo sull’ecobonus l'Agenzia, richiamando anche la propria risoluzione 303/E/2018, dove aveva specificato che l'agevolazione fiscale per gli interventi di riqualificazione eneregetica “deve promuovere il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici esistenti a beneficio degli utilizzatori degli immobili oggetto degli interventi e non anche dei soggetti che ne fanno commercio"; posizione ribadita anche nella risoluzione 340/E/2008, che collega la detrazione esclusivamente “ai fabbricati strumentali .. utilizzati nell’esercizio della propria attività imprenditoriale ... e non ... per i beni oggetto dell’attività esercitata".

Parere negativo anche sul super ammortamento perché (come precisato nella circolare 4/E/2017) il riferimento della norma ai beni strumentali esclude quelli che non sono strumentali ma rappresentano una “merce” come nel caso in esame.

Agenzia delle Entrate – Risposta 4 aprile 2019, n. 95


« Torna all'elenco completo