Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Articoli e Approfondimenti

Pianificare la manutenzione come fattore “strategico“ per garantire la sicurezza

Ambiente_Sicurezza
Scritto da Ambiente & Sicurezza 19/07/2011

A cura di Casto Di Girolamo (docente a contratto nell’Università dell’Insubria), Bruno Del Molino (dirigente aziendale), Paolo Salvatore D’Onofrio (esperto in sicurezza aziendale), Maria Bonacci (dottoranda di ricerca nell’Università di MilanoBicocca).

La manutenzione comprende tutte quelle azioni, di ordine tecnico, amministrativo e gestionale, eseguite durante il ciclo di vita di un componente, un impianto, un macchinario, un’apparecchiatura, un fabbricato ecc., destinate a preservare o a riportare gli stessi a uno stato in cui siano in grado di svolgere una prestazione equivalente a quella iniziale, proteggendoli da eventuali danni o deterioramenti. Gli interventi di manutenzione possono essere di innumerevoli tipologie e possono comprendere le operazioni quali l’ispezione dei componenti, il collaudo delle attrezzature, la regolazione dei macchinari, la sostituzione o la riparazione degli utensili, il rilevamento dei guasti, la sostituzione di parti di macchine, l’assistenza in interventi di bonifica di recipienti ecc.; queste operazioni sono svolte in ogni settore delle più disparate attività lavorative e questo è il principale motivo per cui non è stato possibile individuare con accuratezza, a oggi, il numero degli addetti impiegati nelle diverse attività manutentive e, quindi, determinare gli eventi infortunistici riconducibili alle stesse.


Commenti

Inserisci per primo/a un commento.
icona commenti 0 commenti

« Torna indietro