Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Articoli e Approfondimenti

Periodo di utilizzo del Dispositivo di protezione acustico

simone_frignani
Scritto da Simone Frignani il 21/09/2011

Dopo la valutazione dell’esposizione individuale giornaliera attraverso il calcolo di LEX,8h, il D.Lgs 81/2008 obbliga, nel caso di superamento dei valori limite di azione, il datore di lavoro a predisporre i DPI appropriati ai lavoratori interessati. La normativa ISO 4869-2 stabilisce tre metodi di valutazione dei livelli effettivi di esposizione al rumore quando si indossano protettori auricolari, LA1, metodi validi sia per rumori stazionari sia rumori che comprendono componenti impulsive.

 

Dopo la valutazione dell’esposizione individuale giornaliera attraverso il calcolo di LEX,8h, il D.Lgs 81/2008 obbliga, nel caso di superamento dei valori limite di azione, il datore di lavoro a predisporre i DPI appropriati ai lavoratori interessati. La normativa ISO 4869-2 stabilisce tre metodi di valutazione dei livelli effettivi di esposizione al rumore quando si indossano protettori auricolari, LA1, metodi validi sia per rumori stazionari sia rumori che comprendono componenti impulsive. Tale valutazione chiama in causa l’attenuazione presunta del DPI dichiarata dal produttore, che è garantita solo se il DPI viene indossato “per tutto il tempo di permanenza in ambiente in cui sono presenti livelli di rumore nocivi", come indicato dalla norma EN 458. Effettivamente può sembrare non intuitivo , ma se i protettori dell’udito non vengono indossati anche per brevi periodi di tempo, l’attenuazione effettiva e la protezione si riducono esponenzialmente, come descritto dal grafico seguente:

La valutazione del rischio termina quindi con l'indicazione, per ogni situazione rumorosa che interessa il lavoratore, dell'attenuazione garantita dal DPI in modo che la quantità  LA1 rientri all'interno dei limiti impostati dal decreto. L'attenuazione viene effettivamente confermata solo se il DPI è indossato per tutto il periodo di esposizione oltre i limiti normativi.


Commenti

Inserisci per primo/a un commento.
icona commenti 0 commenti

« Torna indietro