Nanoparticelle: notevoli carenze sulla caratterizzazione dei rischi

 L’esposizione a nanomateriali rappresenta un rischio che combina caratteristiche del rischio chimico
tradizionale con aspetti meno conosciuti legati alla particolare, e ancora non del tutto compresa,
dinamica di interazione di queste particelle con l’organismo umano. Un recente studio
commissionato dall’Osservatorio UE per i nanomateriali (EUON) ha riscontrato lacune nelle attuali
conoscenze sulla valutazione dei pericoli e dei rischi dei pigmenti nanometrici in circolazione sul
territorio UE.

di Giuseppina Paolantonio per Wolters Kluwer Italia

Documenti da scaricare
0 commenti

Lascia un commento