Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Articoli e Approfondimenti

Sugli infortuni mortali a confronto le statistiche dei primi sei mesi 2010/11

Ambiente_Sicurezza
Scritto da Ambiente & Sicurezza 04/11/2011

di Federico Maritan e Mauro Rossato, Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering Mestre

Ancora sotto accusa la caduta dall’alto e il ribaltamento dei veicoli in movimento

Nel primo semestre del 2010 l’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di una società di consulenza italiana ha registrato 218 casi di infortuni mortali sul lavoro, contro i 255 del primo semestre del 2011. Nei primi sei mesi del 2011 la regione con il maggior numero di casi di morte è stata la Lombardia, mentre la zona più colpita è il Centro Italia. Le principali cause di morte sul lavoro sono la caduta di persone dall’alto e il ribaltamento del veicolo/mezzo in movimento, mentre i settori economici più colpiti sono l’agricoltura e le costruzioni. Le fasce d’età più coinvolte, in entrambi i periodi, sono dai 40 ai 49 e dai 50 ai 59 anni. Quasi tutti gli infortunati hanno interessato uomini e la maggior parte dei lavoratori stranieri provengono dalla Romania e dall’Albania.


Commenti

Inserisci per primo/a un commento.
icona commenti 0 commenti

« Torna indietro