Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete
Per avviare una nuova conversazione, clicca sulla categoria all'interno della sezione di interesse e successivamente scegli "Nuova Conversazione".
Altrimenti inserisci la tua nuova discussione nella categoria "Varie": penseremo poi noi ad inserirla nel Forum più appropriato.

Rispondi 
 
Valutazione conversazione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Un "grande fratello" sul lavoro?
Autore Messaggio
alessandra_loi Offline
Team 3M

Messaggi: 138
Registrato: Apr 2012
Messaggio: #1
Un "grande fratello" sul lavoro?
Huh

Ciao,

questo articolo del Corriere della Sera mi lascia alquanto perplessa... mi domando se sia corretto dal punto di vista della privacy per il lavoratore: un braccialetto che consente di controllare tutti i movimenti del lavoratore?
Cosa ne pensate?


http://www.corriere.it/tecnologia/14_ott...0896.shtml
13/10/2014 08:54 AM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
luca_rimessi Offline
Member

Messaggi: 5
Registrato: Oct 2011
Messaggio: #2
RE: Un "grande fratello" sul lavoro?
Alcune cose sono semplici da fare, per esempio sui nostri pc aziendali sono già stati istallati spyware che controllano i dipendenti quando navigano in internet durante il lavoro, se vai in siti non consentiti per un certo periodo di tempo puoi essere richiamato... Concordo con quello che ha scritto Filippo Renga, il concetto in teoria è come lo esprime, in pratica non è per niente facile cambiare i comportamenti delle persone, ovvero essere in grado di fargli fare quello che noi vogliamo che facciano. A mio avviso non basta solo un po’ di psicologia spiccia, ci vuole una preparazione spacifica, come apprende per esempio chi frequenta corsi di behavioral based safety.
16/10/2014 02:40 PM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
andrea_burlini Offline
Member

Messaggi: 34
Registrato: Apr 2012
Messaggio: #3
RE: Un "grande fratello" sul lavoro?
Ma allora il controllo che deve svolgere il preposto lo vogliamo vedere come ''grande fratello''?
Il TU pone spesso l'accento su forme di controllo/vigilanza che sono funzionali alla sicurezza.
Senza controllo non vi sarebbe sicurezza... o no?
30/10/2014 02:54 PM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa conversazione: 1 Ospite(i)