Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Articoli e Approfondimenti

Contratti di forniture e servizi: le novità sulla sicurezza dal D.P.R. n. 207/2010

Ambiente_Sicurezza
Scritto da Ambiente & Sicurezza 22/08/2011

a cura di Marco Masi, direttore Area di Coordinamento “Ricerca” Regione Toscana, coordinatore Comitato Tecnico Interregionale “Sicurezza e appalti” ITACA

L’appaltatore deve necessariamente essere un imprenditore commerciale

L’art. 5, decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, ha rinviato espressamente a un successivo regolamento la disciplina esecutiva e attuativa in relazione ai contratti pubblici di lavori, servizi e forniture delle amministrazioni pubbliche, degli enti statali o dei soggetti equiparati. In particolare, in analogia con il settore dei lavori, l’art. 271, D.P.R. 5 ottobre 2010, n.207, «Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”», ha definito i criteri per la programmazione dell’attività contrattuale relativa all’acquisizione di beni e di servizi, da predisporsi nel rispetto dei principi generali di economicità e di efficacia dell’azione amministrativa, in conformità delle disposizioni del codice e sulla base del fabbisogno definito dall’amministrazione aggiudicatrice tenendo conto dell’ordinamento della stessa e della normativa di settore. Il programma ha individuato, per ogni singolo intervento, l’oggetto, l’importo presunto e la relativa forma di finanziamento.


Commenti

Inserisci per primo/a un commento.
icona commenti 0 commenti

« Torna indietro