Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Articoli e Approfondimenti

Raccolta di approfondimenti e commenti sui principali temi della Sicurezza sul Lavoro a cura del nostro pool di Esperti, del team 3M, e dei Partner della Community.

di Mario Gallo, docente di Diritto del Lavoro

La guida ha proposto un “flusso procedurale” per facilitare il datore della PMI

Sviluppate in collaborazione tra INAIL e le organizzazioni sindacali confederali dei datori di lavoro e dei lavoratori attraverso un gruppo di esperti nominati dalle parti, le linee di indirizzo «SGSL MPI per l’implementazione di sistemi di gestione per la salute e la Sicurezza sul Lavoro nelle micro e piccole Imprese» sono state redatte per facilitare le micro e piccole imprese nell’implementazione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL).  


Leggi tutto ›

Scritto da AIAS

In data 7 febbraio u.s. nella seduta n. 670 è stata presentata in Senato, in sede di discussione della terza relazione annuale della Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro con particolare riguardo alle cosiddette "morti bianche" (pubblicata sul sito AIAS), una risoluzione (6-001124) che impegna il Governo, tra l’altro,

“ad adottare in tempi rapidi iniziative tese ad assicurare la qualificazione dei formatori per la sicurezza sul lavoro, mediante una regolamentazione dei necessari requisiti di studio, professionalità ed esperienza che, senza creare inutili appesantimenti burocratici o vincoli al libero esercizio della professione, garantisca comunque la qualificazione degli esperti della formazione, anche attraverso idonee forme di pubblicità".


Leggi tutto ›

di Gabriele Taddia, avvocato in Ferrara

Con la pubblicazione del D.P.C.M. 28 novembre 2011, n. 231, sulla Gazzetta Ufficiale dell’8 febbraio 2012, n. 32, il legislatore ha finalmente colmato un vuoto normativo che perdurava ormai da quattro anni, quindi, dall’emanazione del D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81. Infatti, che il TU sicurezza aveva rimandato, a futuri regolamenti di attuazione, la disciplina della gestione della sicurezza in settori particolari del lavoro, quali le forze armate, i Vigili del Fuoco e, appunto, la Protezione Civile, corpi caratterizzati dalla necessità di intervenire quasi sempre in situazioni di rischio non valutabili in anticipo in quanto caratterizzate da una assoluta impossibilità di provvedere a una valutazione tecnica dei rischi da affrontare, basti pensare alla assoluta imprevedibilità e al rischio portato dalle calamità naturali.


Leggi tutto ›

di Cinzia Frascheri, giuslavorista, responsabile nazionale CISL per la salute e sicurezza sul lavoro, componente ufficiale della Commissione consultiva permanente presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali

Sicurezza del lavoro. L’accordo StatoRegioni in attesa di una nota esplicativa

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano ha emanato l’accordo 21 dicembre 2011 che ha disciplinato la durata, i contenuti minimi e le modalità di formazione e di aggiornamento in materia di salute e di sicurezza sul lavoro dei lavoratori e delle lavoratrici, dei dirigenti e dei preposti ai sensi dell’art. 37, comma 2, D.Lgs. n. 81/2008, nonché la formazione facoltativa dei soggetti di cui all’art. 21, comma 1 (ovvero i componenti dell’impresa familiare di cui all’art. 230bis, c.c., i lavoratori autonomi che compiono opere o servizi ai sensi dell’art. 2222, c.c., i coltivatori diretti del fondo, i soci delle società semplici operanti nel settore agricolo, gli artigiani e i piccoli commercianti). 


Leggi tutto ›

Articolo scritto da Claudio Galbiati, tecnico 3M, esperto dio DPI

Cosa si intende per comfort di un indumento di protezione?

Il comfort (o confortevolezza) è una sensazione soggettiva percepita dall'utente di un indumento In determinate condizioni di servizio e serve ad indicare il "livello di benessere" percepito. Il comfort di un nontessuto è estremamente influenzato dall'insieme delle sue caratteristiche termiche e di traspirazione, Infatti, il grado di comfort di un nontessuto viene considerato «buono» quando sussiste un soddisfacente compromesso fra la capacità traspirante del materiale e la sua conducibilità termica, La traspirabilità, in estrema sintesi, indica quanto il materiale fa permeare le molecole di vapore acqueo, Maggiore è tale capacità, minore è l'assorbimento di vapore da parte del nontessuto e, dunque, migliore è la sensazione percepita dal corpo umano.
 


Leggi tutto ›

di FedericoMaritan, CristianMasiero, MauroRossato, Settore SicurezzaVegaEngineering S.r.l.

Dalla BS 18004:2008 le buone prassi per garantire salute e sicurezza in azienda

L’adozione di un sistema di gestione della sicurezza è da sempre definita una scelta aziendale di tipo “volontario”. Questo è vero dal momento che non vi è presente alcuna imposizione legislativa di carattere esplicito in tal senso. Tuttavia, non è possibile per nessuna organizzazione avere adeguate garanzie di raggiungere i propri obiettivi senza alcun sistema di gestione. 


Leggi tutto ›