Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Articoli e Approfondimenti

Raccolta di approfondimenti e commenti sui principali temi della Sicurezza sul Lavoro a cura del nostro pool di Esperti, del team 3M, e dei Partner della Community.

di Mario Gallo, docente di Diritto del Lavoro

Sempre più spesso nel corso dell’attività ispettiva in cantiere è stato riscontrato l’impiego di lavoratori autonomi che operano svolgendo in realtà le stesse attività del personale dipendente delle imprese esecutrici presenti. Questa situazione è anche aggravata dal ricorso ad altre forme aggregative come associazioni temporanee di lavoratori autonomi ai quali è affidata l’esecuzione di intere opere edili, una situazione con evidenti profili di criticità che devono essere affrontati sul piano ispettivo. È per questo motivo che il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha fornito, con circolare 4 luglio 2012, n. 16, alcuni chiarimenti in merito.
 


Leggi tutto ›

di Patrizia Cinquina, esperta di sicurezza e ambiente

ll settore dei supermercati e degli ipermercati ricopre un ruolo di grande importanza, sia dal punto di vista economico che occupazionale. Sulla base dei dati elaborati dall’Osservatorio nazionale del commercio, al 31 dicembre 2009 erano attivi, sull’intero territorio nazionale, 772.712 esercizi, il 37,8% dei quali localizzato nel nord, il 20% nel centro e il 42,2% nel sud di Italia. Il settore dei supermercati/ipermercati ha messo in evidenza, tra l’altro, il lavoro degli operatori alle casse e le relative misure di tutela della loro salute e la consapevolezza che negli addetti alle casse è possibile rilevare una prevalenza di casi patologici maggiore rispetto alla popolazione non esposta.
 


Leggi tutto ›

a cura di Mario Gallo, docente di Diritto del Lavoro

L’emanazione dell’accordo Stato-Regioni 21 dicembre 2011 in materia di formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti (RLS) ha nuovamente riportato all’attenzione l’obbligo contenuto nell’art. 37, comma 12, D.Lgs. n. 81/2008, che ha imposto al datore di lavoro di avvalersi della collaborazione degli organismi paritetici, dove presenti, nel settore e nel territorio in cui è svolta l’attività dell’unità produttiva.
Questa norma, ormai riconosciuta unanimemente dalla dottrina come particolarmente controversa, ha contribuito negli ultimi anni, sia pure in parte, a una proliferazione abnorme sia di nuove sigle “sindacali” sia di organismi paritetici che non sempre sono soggetti esponenziali dell’interesse collettivo.
 


Leggi tutto ›

di Eginardo Baron, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Commissione sicurezza sul lavoro

Dal 12 marzo 2013 l’uso delle principali macchine da cantiere, come gru a torre (con
rotazione in alto e con rotazione in basso) e macchine movimento terra (escavatori, pale
caricatrici frontali, pale meccaniche, bob cat, terne) dovrà essere riservato ai lavoratori in
possesso di un “patentino”, ovvero «ai lavoratori allo scopo incaricati» che avranno conseguito
una specifica abilitazione con la frequentazione, per ciascuna categoria di macchine, di un corso
di formazione e di addestramento della durata variabile da 16 a 24 ore, con verifica finale
dell’apprendimento.
Questa nuova regolamentazione ha riguardato anche altre macchine, sia edili che industriali
(piattaforme aeree, carrelli elevatori, gru su autocarro, autogru ecc.), ed entrerà in vigore per
effetto del nuovo accordo StatoRegioni
22 febbraio 2012 concernente l’individuazione delle
attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori.


Leggi tutto ›

di Stefano Baldassarini e Angelo Fortuni

INAIL - Settore ricerca, certificazione e verifica - Dipartimento di Roma

La legge 30 luglio 2010, n. 122, di conversione con modificazioni del D.L. n. 78/2010, ha previsto l’attribuzione all’INAIL delle funzioni già svolte dall’ISPESL, per cui è stato il dipartimento di Roma INAIL che per il 2011, come l’ISPESL per il 2010, ha effettuato la campionatura degli impianti di messa a terra e dei dispositivi contro le scariche atmosferiche ai sensi del D.P.R. n. 462/2001.
Il D.P.R. n. 462/2001 è il regolamento che ha disciplinato i procedimenti relativi alle installazioni e ai dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, agli impianti elettrici di messa a terra e agli impianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosione collocati nei luoghi di lavoro.

 


Leggi tutto ›

di Mario Gallo, docente di Diritto del Lavoro

Ancora una volta la disciplina in materia di salute e sicurezza sul lavoro ha mostrato evidenti crepe che hanno obbligato il Governo a intervenire in via d’urgenza. Infatti, proprio in occasione della genesi del D.Lgs. n. 81/2008, la dottrina fin dall’inizio ha giustamente sollevato la questione di un dettato normativo eccessivamente infarcito di rinvii, per altro anche ad atti atipici, che inevitabilmente avrebbe determinato in futuro notevoli difficoltà applicative e il rischio ­ ormai certezza ­ di una spinta verso una iper proliferazione normativa, cosa paradossale se si considera che proprio uno dei principi ispiratori della riforma iniziata con la legge delega n. 123/2007, era quello della riduzione dell’eccessivo numero di provvedimenti che devono regolare questa materia e il riassetto organico dell’intero sistema.
 


Leggi tutto ›