Alimentazione e lavoro notturno: informare per prevenire

 Alimentazione
e lavoro notturno:
informare per prevenire
Il lavoro notturno, com’è noto, altera in modo rilevante i normali ritmi biologici oltre ad avere un
impatto considerevole sulla vita sociale e ricreativa dei lavoratori. Una attenta progettazione dei turni
e l’osservazione dei lavoratori addetti al turno notturno possono certamente attutire l’impatto di
questo fattore di rischio. In parallelo però è necessaria un’opera di sensibilizzazione sulle abitudini
personali; particolarmente importante risulta la ricalibrazione dell’alimentazione per non
sovraffaticare l’organismo.

di Giuseppina Paolantonio per Wolters Kluwer Italia

Documenti da scaricare
0 commenti

Lascia un commento