Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Nuovi valori di esposizione per alcuni cancerogeni

Il Comitato RAC dell’ECHA, su incarico della Commissione europea, ha individuato nuovi valori limite di esposizione professionale per alcune sostanze cancerogene. La Commissione dovrà ora decidere se includerli nei prossimi passaggi di revisione della direttiva 37/2004.

Il lavoro scientifico di messa a punto dei valori limite di esposizione professionali (OEL) in Europa viene tradizionalmente svolto dal Comitato SCOEL - Scientific Committee on Occupational Exposure Limits – istituito nel 1995 dalla Commissione europea: composto da 21 esperti indipendenti, esso fornisce i propri pareri scientifici alla Commissione, che poi decide se implementarli o meno nella normativa corrente attraverso l’emanazione di specifiche direttive.

Ad oggi, l’elenco degli OEL è stato aggiornato quattro volte, attraverso le direttive 91/322/CEE, 2006/15/CE, 2009/161/UE e 2017/164/UE del 31 gennaio 2017 (quest’ultima non ancora recepita nel D.Lgs. 81/2008). Non sempre le raccomandazioni dello SCOEL sono state ascoltate: ne è un esempio la recente definizione (direttiva n. 2398/2017 di modifica della direttiva n. 37/2004 sulla protezione da agenti cancerogeni e mutageni) dell’OEL per la silice cristallina a 0,1 mg/m3 anziché a 0,05 mg/m3, dove la differenza stimata tra questi due valori è di 2.000 morti ogni anno in Europa.

All’inizio del 2017, per la prima volta, la Commissione ha chiesto al comitato RAC – Risk Assesment Committee - istituito in seno all’Agenzia europea per le sostanze chimiche di fornire un parere sulla revisione degli OEL per alcune sostanze cancerogene, in vista delle prossime ulteriori revisioni della direttiva n. 37/2004. Ha proposto inoltre l’istituzione di una specifica task force congiunta tra SCOEL e RAC per la valutazione degli aspetti metodologici per la messa a punto degli OEL (documento “Scientific aspects and methodologies related to the exposure of chemicals at the workplace” del 28 febbraio 2017).

Le sostanze valutate dal RAC sono cinque, sintetizzate nel seguente prospetto:

tabella

Le proposte del RAC sono già state sottoposte alla consultazione delle parti sociali, e risultano dunque definitive. Ora la Commissione dovrà decidere se includerle nelle prossime proposte di revisione della “direttiva cancerogeni mutageni”.


« Torna all'elenco completo