Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Nuovo regolamento DPI: stabilite le sanzioni

Il decreto legislativo 19 febbraio 2019, n. 17, adeguando la normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016, sui dispositivi di protezione individuale, ha abrogato la direttiva 89/686/CEE del Consiglio. Sostituiendo la direttiva con un regolamento, la UE ha reso queste disposizioni direttamente applicabili negli Stati membri senza bisogno di recepimento. In vigore dal 21 aprile 2018, esso richiede solo adeguamenti della normativa nazionale.

V. anche:

Sta per andare in vigore il nuovo regolamento UE sui DPI

In Sistema Sicurezza Ambiente – link



Al decreto legislativo 4 dicembre 1992, n. 475, sono apportate le modifiche del caso, dal richiamo al regolamento (UE) n. 2016/425 al posto della direttiva 89/686/CEE nel titolo, nel campo di applicazione, nelle definizioni ecc. Parimenti richiamato nelle disposizioni sulle norme armonizzate e la presunzione di conformità dei DPI (art. 2), l’attività degli enti normatori italiani, i RES, la procedura di valutazione della conformità, gli organismi notificati, la marcatura dei DPI, la vigilanza sul mercato.

Gli attestati di certificazione CE rilasciati a norma della direttiva 89/686/CEE rimangono validi fino al 21 aprile 2023, salvo che non scadano prima di tale data (art. 47 regolamento (UE) n. 2016/425).

L’adeguamento necessario da parte del legislatore italiano al D.Lgs. n. 475/1992 riguarda le sanzioni e disposizioni penali (art. 14):

 DPI di prima categoria

DPI di seconda categoria

DPI di terza categoria

Il fabbricante che produce o mette a disposizione sul mercato DPI non conformi ai requisiti essenziali di sicurezza di cui all'allegato II del regolamento DPI nonche' l'importatore che immette sul mercato DPI non conformi ai requisiti suddetti

sanzione amministrativa pecuniaria da 8.000 euro sino a 48.000 euro

arresto sino a sei mesi o con la ammenda da 10.000 euro sino a 16.000 euro

arresto da sei mesi a tre anni

I distributori che non rispettano gli obblighi di cui all'articolo 11 del regolamento DPI

sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro sino a 6.000 euro

sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro sino a 12.000 euro

sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000 euro sino a 60.000 euro

Il fabbricante di DPI che omette di espletare le procedure di cui all'articolo 19 del regolamento DPI

sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000 euro sino a 30.000 euro

sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000 euro sino a 60.000 euro

sanzione amministrativa pecuniaria da 30.000 euro sino a 150.000 euro

Il fabbricante di DPI di qualsiasi categoria che omette di redigere la dichiarazione di conformità UE di cui all'articolo 15 del regolamento DPI

sanzione amministrativa pecuniaria da 6.000 euro sino a 36.000 euro

chiunque mette a disposizione sul mercato DPI privi della marcatura CE di cui all'articolo 17 del regolamento DPI

sanzione amministrativa pecuniaria da 3.000 euro sino a 18.000 euro

Il fabbricante o il suo mandatario, quest'ultimo nei limiti di cui all'articolo 9 del regolamento DPI, che a richiesta dell'autorità di sorveglianza di cui all'articolo 13, comma 1, omette di esibire la documentazione di cui agli articoli 8 e 9 del regolamento DPI

sanzione amministrativa pecuniaria da 3.000 euro sino a 18.000 euro

Chiunque appone o fa apporre marcature, segni ed iscrizioni che possono indurre in errore i terzi circa il significato o il simbolo grafico, o entrambi, della marcatura CE ovvero ne limitano la visibilità e la leggibilità

sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro sino a 6.000 euro

Chiunque non osserva i provvedimenti di cui al comma 5 dell'articolo 13

sanzione amministrativa pecuniaria da 8.000 euro sino a 48.000 euro

Chiunque promuove pubblicità per DPI che non rispettano le prescrizioni del regolamento DPI

sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro sino a 6.000 euro



D.Lgs. 19 febraio 2019 (GU 11 marzo 2019, n. 59)


« Torna all'elenco completo