Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Ampliata la lista delle sostanze soggette alla procedura PIC

Il Regolamento delegato (UE) 2019/330 della Commissione, dell'11 dicembre 2018, modifica gli allegati I e V del regolamento (UE) n. 649/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio sull'esportazione e importazione di sostanze chimiche pericolose (PIC) da e verso la UE. Il sistema di controllo sull’esportazione di prodotti chimici pericolosi instaurato dal regolamento ha l’obiettivo di favorire una migliore gestione del rischio chimico anche in aree del mondo ove non vi sia una regolamentazione dedicata.

Il regolamento (UE) n. 649/2012 vigente dal 1° marzo 2014 attua alcune parti della Convenzione di Rotterdam concernente la procedura di previo assenso informato (procedura PIC, “previous informed consent”) per taluni prodotti chimici e pesticidi pericolosi nel commercio internazionale. La convenzione fu firmata l’11 settembre 1998 e approvata, a nome dell’Unione europea, con decisione 2003/106/CE del Consiglio. L’obiettivo è promuovere nel commercio internazionale delle sostanze chimiche pericolose la condivisione delle responsabilità gestionali nonché delle conoscenze necessarie alla tutela della salute umana e dell'ambiente.

Il regolamento PIC si applica ai prodotti chimici pericolosi di cui all'allegato I; per qualsiasi esportazione di queste sostanze chimiche al di fuori del territorio doganale europeo è necessario verificare l’applicabilità dei principali obblighi disposti dal PIC, che consistono in:

— notifica di esportazione: una comunicazione che va inviata all’Agenzia Europea, entro precise tempistiche dalla data in cui si intende iniziare l’esportazione;

— consenso esplicito: una dichiarazione ricevuta dalla pertinente autorità nazionale dello Stato extra UE in cui si intende esportare.

Vige invece il pieno divieto di esportazione per le sostanze chimiche e gli articoli elencati in allegato V.

Il regolamento delegato (UE) 2019/330 della Commissione, dell’11 dicembre 2018 adegua alcune nomenclature ed aggiunge alcuni composti all’allegato I (sostanze la cui esportazione dev’essere previamente notificata) ed altri composti all’allegato V (sostanze per le quali vige il divieto di esportazione).

Regolamento delegato (UE) 2019/330 della Commissione, dell'11 dicembre 2018 (GUUE 27 febbraio 2019 L59)


« Torna all'elenco completo