Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Ecobonus ristrutturazioni, proroga comunicazioni all’ENEA al 1° aprile

L’ENEA ha comunicato che, su mandato del Ministero dello Sviluppo Economico, per gli interventi di ristrutturazione con risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia con data di fine lavori nel 2018 che usufruiscono delle detrazioni fiscali del 50% ex art. 16 bis del DPR 917/1986 per le ristrutturazioni edilizie, il termine per la trasmissione dei dati attraverso il sito ristrutturazioni2018.eneaè prorogato al 1 aprile 2019. Il termine precedente per la comunicazione del 21 febbraio era valido per i lavori terminati entro il 21 novembre, mentre la scadenza del 1° aprile è valida per i lavori terminati entro il 2018.

La proroga è stata richiesta da diversi contribuenti che segnalano, oltre ai malfunzionamenti della procedura, le incertezze sulle conseguenze in caso di omesso invio della comunicazione, che ad oggi non compromette l’accesso alla detrazione del 50% prevista per i lavori di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di elettrodomestici, né prevede sanzioni.

L’obbligo di trasmettere all’ENEA le informazioni sui lavori, introdotto dal 2018, serve per monitorare e valutare il risparmio energetico conseguito con gli interventi di recupero edilizio realizzati, come spiega l’Agenzia delle Entrate nel suo vademecum on line dedicato al bonus. Più volte confermate e prorogate la detrazione IRPEF del 50% e l’importo massimo di spesa ammessa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare e così anche il periodo per usufruire del bonus, portato al 31 dicembre 2019 dalla legge di bilancio 2019 (legge 30 dicembre 2018, n. 145).

Per gli interventi terminati nel 2019, la comunicazione andrà trasmessa attraverso un nuovo portale che, secondo l’Agenzia delle Entrate, sarà disponibile a breve sul sito dell’ENEA, il quale a sua volta comunica che per rispondere alle numerose richieste di chiarimenti dei contribuenti è stata creata una «finestra per il cittadino» sulla pagina internet ENEAcontatti.


« Torna all'elenco completo