Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

CLP: prossima una nuova armonizzazione al GHS

Nella scorsa estate la Commissione europea, per aggiornare il CLP alle revisioni VI e VII del GHS,ha elaborato una bozza di regolamentoche alla fine di ottobre è arrivato al Consiglio UE.

Come noto, il regolamento n. 1272/2008 (cosiddetto CLP, “Classification, Labelling and Packaging”) è nato dall’esigenza di armonizzare la normativa UE già esistente in materia di classificazione, etichettatura ed imballaggio dei prodotti chimici pericolosi alle regole definite in ambito internazionale attraverso il programma ONU GHS – Globally Harmonized System, anch’esso soggetto ad adeguamenti al progresso tecnico-scientifico.

Le modifiche sono rilevanti e riguardano gli allegati I (Disposizioni relative alla classificazione e all’etichettatura delle sostanze e delle miscele pericolose), II (Disposizioni particolari relative all'etichettatura e all'imballaggio di talune sostanze e miscele), III (Elenco delle indicazioni di pericolo, informazioni supplementari sui pericoli ed elementi supplementari dell'etichetta), IV (Elenco dei consigli di prudenza), V (Pittogrammi di pericolo) e VI (Classificazione ed etichettatura armonizzate di talune sostanze pericolose) del CLP.

Tra le modifiche elencate, si segnalano:

– l’introduzione di una nuova categoria di pericolo inerente i gas piroforici all’interno della classe dei gas infiammabili e di una nuova categoria di pericolo inerente gli esplosivi desensitizzati, e le relative modifiche negli allegati V e VI parte 1;

– la modifica di diversi criteri per la classificazione di sostanze e miscele, quali ad esempio esplosivi, gas infiammabili,

– la modifica di alcuni valori soglia generici per la classificazione delle miscele contenenti sostanze classificate (tabella 1.1);

– la modifica di alcune indicazioni di pericolo (c.d. “frasi H”) e di alcuni consigli di prudenza (c.d. “frasi P”).

L’applicabilità dei criteri aggiornati per la classificazione, l’etichettatura e l’imballaggio di sostanze e miscele pericolose dovrebbe venire fissata dopo 18 mesi dall’entrata in vigore del nuovo regolamento, 20 giorni dopo la pubblicazione in GUCE, ferma restando per le imprese la possibilità di adeguamento volontario prima del termine.


« Torna all'elenco completo