Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Convertito il “decreto Genova”, meno fanghi pericolosi in agricoltura

La legge 16 novembre 2018, n. 130 ha convertito, con modificazioni, il decreto legge 28 settembre 2018, n. 109, “Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze”.

Molto discusso anche per la sanatoria edilizia dedicata al comune di Ischia, il decreto legge prevedeva anche una norma di carattere ambientale relativa all'utilizzo in agricoltura dei fanghi di depurazione, che fa riferimento al D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 99, da applicare nelle more di una revisione organica della normativa di settore.

Per approfondimenti v. anche

C. Bovino, Nel “decreto Genova” anche indicazioni sui fanghi di depurazione in agricoltura

link all’articolo



Le modifiche della legge di conversione hanno introdotto limiti più severi per gli idrocarburi e altre sostanze pericolose nei fanghi di depurazione.

Pur mantenendo per il parametro idrocarburi C10-C40, il limite di 1000 mg/kg (Allegato IB del D.Lgs. n. 99/1992), il decreto come modificato in conversione introduce limiti diversi per

– gli idrocarburi (C10-C40),

– gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA),

– le policlorodibenzodiossine e i policlorodibenzofurani (PCDD/PCDF),

– i policlorobifenili (PCB),

– Toluene, Selenio, Berillio, Arsenico, Cromo totale e Cromo VI

Per i parametri PCDD/PCDF + PCB DL viene richiesto il controllo analitico almeno una volta all'anno.

Legge 16 novembre 2018, n. 130 (GU 19 novembre 2018 n. 269 - s.o. n. 55)


« Torna all'elenco completo