Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete

Il Quotidiano della Sicurezza

Sanzioni per il CLP, ascensori e gente di mare nella legge europea 2017

L’art. 15 della legge 20 novembre 2017, n. 167 (Legge europea 2017) prevede sanzioni per la violazione dell'articolo 48 del regolamento (CE) n. 1272/2008 relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio di sostanze e miscele. Per questo modifica il D.Lgs. 27 ottobre 2011, n. 186 (Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (CE) n. 1272/2008 relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio di sostanze e miscele), inserendo l’art. 10-bis “Violazione degli obblighi derivanti dall'articolo 48 del regolamento in materia di pubblicità”. In esso si dispone che “Salvo che il fatto costituisca reato, chiunque viola le prescrizioni in materia di pubblicità di cui all'articolo 48, paragrafi l e 2, primo comma, del regolamento è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 10.000 euro a 60.000 euro”.

L’art. 14 della legge europea modifica l'art. 12, comma 5, del D.Lgs. 12 maggio 2015, n. 71, in materia di norme sanitarie per la gente di mare. La modifica chiude il caso EU Pilot 8443/16/MOVE, con il quale sono state rilevate carenze per un livello insufficiente di istruzione, formazione e valutazione per conseguire il livello di competenza delle certificazioni relative ai viaggi internazionali costieri. 1. Al comma 5 dell'articolo 12 del decreto legislativo 12 maggio 2015, n. 71, è aggiunta la limitazione alla proroga di validità di un certificato medico in scadenza durante il viaggio. Il certificato medico continuerà ad essere valido fino al prossimo scalo dove un medico autorizzato è disponibile, ma d’ora in poi tale periodo non potrà essere superiore a tre mesi.

Infine l’art. 23 della legge n. 167/2017 dà disposizioni per l'integrale attuazione della direttiva 2014/33/UE relativa agli ascensori e ai componenti di sicurezza degli ascensori nonché per l'esercizio degli ascensori. A questo scopo, “il certificato di abilitazione previsto dall'art. 15, comma 1, del D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162, è valido in tutto il territorio nazionale ed è rilasciato dal prefetto in seguito all'esito favorevole di una prova teorico-pratica innanzi a un'apposita commissione esaminatrice...”. seguono indicazioni sulle procedure delle sessioni di esame e la previsione di una modifica diretta in questo senso del regolamento sugli ascensori. Vengono poi abrogati gli artt. 6 e 7 del vecchio regolamento D.P.R. 24 dicembre 1951, n. 1767, che riguardano rispettivamente la commissione e la domanda per l'abilitazione del personale di manutenzione.

Legge 20 novembre 2017, n. 167 (GU 27 novembre 2017, n. 277)


« Torna all'elenco completo