Community Sicurezza - La sicurezza si condivide in rete
Per avviare una nuova conversazione, clicca sulla categoria all'interno della sezione di interesse e successivamente scegli "Nuova Conversazione".
Altrimenti inserisci la tua nuova discussione nella categoria "Varie": penseremo poi noi ad inserirla nel Forum più appropriato.

Rispondi 
 
Valutazione conversazione:
  • 1 voti - 1 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Schiume poliuretaniche "per il fai da te"
Autore Messaggio
giuseppina_bruno Offline
Member

Messaggi: 2
Registrato: Jun 2017
Messaggio: #1
Rainbow Schiume poliuretaniche "per il fai da te"
Ciao a tutti!

consiglio!!

per l'utilizzo da parte di manutentori di schiume poliuretaniche "per il fai da te", ovvero le classiche e commerciali schiume da utilizzare come sigillanti per isolare e riempire giunti, e fessure che mascherine mi consigliate?

I lavori sono sempre svolti in ambienti aereati per lavori all'aperto o cantieri (no luoghi confinati, angusti o con scarsa ventilazione)

grazie a chi contribuisce


Allegati Anteprime
   
23/06/2017 02:24 PM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
myriam_lilov Offline
Esperto

Messaggi: 14
Registrato: Feb 2011
Messaggio: #2
RE: Schiume poliuretaniche "per il fai da te"
Buongiorno

per poter definire il tipo di filtro più adatto sarebbe necessario conoscere i componenti presenti nella schiuma.
Queste informazioni sono reperibili sulla scheda di sicurezza che accompagna i composti chimici.
Di norma, inoltre, nella sezione 8 della scheda di sicurezza - Controllo dell'esposizione/protezione individuale - vengono riportati quali sono i DPI idonei.

Resto a disposizione

saluti
28/06/2017 02:42 PM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
giuseppina_bruno Offline
Member

Messaggi: 2
Registrato: Jun 2017
Messaggio: #3
Question RE: Schiume poliuretaniche "per il fai da te"
In primis grazie per la risposta e interessamento al mio quesito.

Nello specifico trattasi di due prodotti:

Per il primo prodotto la sezione 8.2 sui DPI non mi è di grande aiuto in quanto riporta la dicitura "in caso di areazione insufficiente indossare una protezione respiratoria"
Riguardo invece al punto 8.1 Paramenti di controllo mi segnala l'ossido di dimetile
Il prodotto in questione è etichettato H335, H332, H373 ma soprattutto H351!!!!
Come componenti pericolosi sono segnalati: isomeri, difenilmetanodiisocianato

Per il secondo prodotto invece a sezione 8.2 mi dice "nelle esposizioni brevi e minime utilizzare la maschera: nelle esposizioni più intense e durature l'autorespiratore.
Riguardo invece al punto 8.1 Paramenti di controllo mi segnala: isobutano, dimetiletere, propano
Il prodotto in questione è etichettato H334,H335,H373,H362 e H351: contiene isomeri, difenilmetanodiisocianato e cloroalcani C14-17.

Spero di aver dato informazioni utili...
28/06/2017 02:59 PM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
myriam_lilov Offline
Esperto

Messaggi: 14
Registrato: Feb 2011
Messaggio: #4
RE: Schiume poliuretaniche "per il fai da te"
Buongiorno,
il problema risiede nelle sostanze contenute.
Per quanto riguarda l'ossido di metile viene consigliato l'utilizzo di un filtro AX per vapori organici con punto di ebollizione < 65°C. Questo tipo di filtro è un po' particolare in quanto innanzitutto è monouso. Inoltre non può essere utilizzato per miscele di vapori organici con punto di ebollizione <65°C e >65°C. Il secondo problema è relativo al difenilmetanodiisocianato. Gli isocianati hanno scarse proprietà di avvertimento, quindi si rischierebbe di rimanere esposti alla sostanza anche in caso di filtro esaurito. Per questo motivo, per esposizioni prolungate a queste sostanze, viene indicato l'utilizzo di sistemi isolanti.
In effeti alcuni studi hanno dimostrato la possibilità di utilizzare filtri di Tipo A, ma specificano che in questo caso è necessario definire prima una tabella di sostituzione dei filtri cautelativa.
Per l'isobutano potrebbe andare anche bene un filtro di Tipo A, ma è da segnalare che in questo caso avrebbe una durata molto limitata. Infatti si preferische suggerire l'utilizzo di un sistema isolante.
Anche per il propano si hanno basse prorpietà di avvertimento e assorbimento su carbone attivo inefficace.

Per questi motivi nelle schede di sicurezza suggeriscono un sistema isolante per le esposizioni proungate.
28/06/2017 03:51 PM
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa conversazione: 1 Ospite(i)